Divisione Garibaldi Aliotta

  • Storia

    La 3ª divisione Garibaldi “Lombardia”, poi denominata “Aliotta”(da Angelo Aliotta, Diego), è una formazione che nasce nell'agosto 1944 e comprende la 51ª brigata Capettini, la 73ª (poi 87ª) brigata Crespi, la 88ª Casotti, la 116ª brigata Matteotti e la 117ª brigata Cornaggia, sotto il comando di Domenico Mezzadra (Americano) e del commissario politico Carlo Lombardi (Remo). Dopo il rastrellamento invernale si riforma, comprendendo le brigate Capettini, Crespi e Cornaggia-Staffora, sotto la direzione di Mezzadra, con commissario politico Angelo Giannini (Mascheroni), alle dipendenze del Comando Zona dell'Oltrepò pavese.
    Alcuni dei distaccamenti della divisione sono i responsabili della liberazione di Varzi (e di 17 piccoli comuni limitrofi), che rimane zona libera fino alla rioccupazione da parte dei nazifascisti del 27 dicembre 1944. Il 9 aprile del 1945 vengono unificate le formazioni Garibaldi, Giustizia e Libertà e Matteotti, in accordo alle disposizioni del Comitato di liberazione nazionale Alta Italia.
    Il Garibaldino è la testata della divisione Aliotta e delle formazioni Garibaldi dell’Oltrepo pavese.

    Dizionario della Resistenza in Liguria, (a cura di) F. Gimelli, P. Battifora, De Ferrari, Genova, 2008
    http://www.stampaclandestina.it/?page_id=116&ricerca=39