Novelli, Diego; <22 maggio 1931 - >

  • Luogo di nascita

    Torino

  • Biografia

    Diego Novelli . Diplomato di scuola media superiore, è giornalista. Entra giovanissimo nel quotidiano "L'Unità" e, nel 1961, assume la direzione della redazione piemontese.
    Nel 1972 ha fondato e diretto la rivista "Nuova Società", quindicinale di attualità politica e culturale. E' presidente dell'Associazione L'Altraitalia che ha promosso la nascita del settimanale "Avvenimenti".
    Ha pubblicato nel corso della sua attività di giornalista e saggista: "Dossier Fiat" Editori Riuniti, 1970; "Sicilia 71", Gep 1971; "Inchiesta sui trasporti", Gep 1971; "Spionaggio Fiat", Editori Riuniti, 1974. Ha curato la prima edizione di "Genesi di una lettera pastorale" edito dalla Gep; "Lettere al Sindaco", Sei 1979; "Vivere a Torino", Editori Riuniti, 1980; "Le bombe di cartapesta", Sei, 1983; "Il decennio della follia", Newton Compton, 1989; "Michele Pellegrino-L'uomo della 'Camminare insieme'", Edizioni Gruppo Abele, 1986; "Vite sospese", Garzanti, 1988; "Per una cultura della città", Ega, 1988; "Una vita sospesa", Sellerio editore, 1991; "Il crocevia del Sempione", Ed.Frassinelli, 1994; "Una corona per Silvio", dramma in tre atti, Edizioni Grin, 1994. Ha collaborato col regista Ettore Scola al soggetto e alla sceneggiatura del film "Trevico-Torino".

    ATTIVITA' POLITICA
    Incarichi di partito e attività politica
    Per quarant'anni è stato militante del Pci e membro del Comitato centrale fino allo scioglimento del partito. Nel gennaio 1991 è tra i fondatori del Movimento per la Democrazia-La Rete

    Incarichi istituzionali e attività parlamentare
    Nella XI legislatura ha fatto parte della commissione affari costituzionali della Commissione bicamerale per le riforme istituzionali ed è stato Vicepresidente della Commissione speciale per le politiche comunitarie, Presidente del Gruppo parlamentare. Nella XII legislatura ha fatto parte della I Commissione permanente - affari costituzionali, della Commissione d'inchiesta sulla vicenda dell'Acna di Cengio ed è stato ancora Vicepresidente della Commissione speciale per le politiche comunitarie. Vicepresidente del gruppo parlamentare Progressisti-Federativo
    Primo firmatario di 12 proposte di legge in materia di: rilevazione dei consumi telefonici; norme per la repressione e la prevenzione del reato di usura; norme per la trasparenza dei servizi assicurativi; modifiche agli artt. 56, 57, 59 e 60 della Costituzione; istituzione di un reddito di base per il recupero o il completamento dei percorsi scolastici e formativi dei giovani in attesa di prima occupazione; norme sul divieto di allegare oggetti a quotidiani o periodici; abrogazione dell'articolo 323 del codice penale, in materia di abuso di ufficio; modifiche alla legge 14/78, recante norme per il controllo parlamentare sulle nomine negli enti pubblici; modifiche alla legge 1596/62 concernente il nuovo ordinamento dell'Ordine Mauriziano; elezione di un'Assemblea referente per l'elaborazione di riforme istituzionali e per la disciplina del procedimento di revisione costituzionale. Cofirmatario di 78 proposte di legge, ha presentato 5 mozioni, 2 interpellanze, 64 interrogazioni e un ordine del giorno. Nella XIII legislatura fa parte nuovamente della I Commissione permanente affari costituzionali e della Commissione speciale per le politiche comunitarie.


    Incarichi ed attività negli enti locali
    Dal 1960 Consigliere comunale di Torino, dal luglio 1975 al gennaio 1985 è Sindaco della città di Torino.

    Eletto con l'Ulivo nel Collegio 2-Torino , della I Circoscrizione Piemonte 1, con 36.318 voti-47,9%. Liste collegate: Pds
    Precedenti consultazioni elettorali
    Nel 1984 viene eletto al Parlamento Europeo e nel 1987 alla Camera dei deputati. Rieletto deputato nelle consultazioni politiche del 5-6 aprile 1992, nella Circoscrizione Torino-Novara-Vercelli, capolista, con 37.438 voti di preferenza. Rieletto ancora alla Camera nelle consultazioni del 27-28 marzo 1994, nel Collegio 2 della I circoscrizione Piemonte 1, con 30.798 voti-38,4%. Liste collegate: La Rete, Psi, Pds, Alleanza democratica, Rifondazione comunista, Federazione dei Verdi.

  • Sito web