Fondazione Carlo Donat-Cattin - Polo del '900

Donat-Cattin Carlo

Fondo
  • Soggetto conservatore

    Fondazione Carlo Donat-Cattin di Torino

  • Segnatura definitiva

    FDC TO CDC

  • CRONOLOGIA* E ALTRE DATAZIONI

    • Definizione cronologica 1916 - 1991
    • Cronologia* specifica (DTS)
    • Datazione * 1916 - 1991
    • Tipo principale

  • Storia archivistica

    L'archivio di Carlo Donat-Cattin - donato dagli eredi al momento della nascita della Fondazione Donat-Cattin, nel 1992 - rappresenta il nucleo originario dell'Archivio storico della Fondazione. Risultato dell'accorpamento delle carte provenienti dall'ultimo ufficio romano con quelle dell'ufficio torinese e dell'abitazione dell'uomo politico, esso si è andato arricchendo, nel corso degli anni, grazie a successivi reperimenti e versamenti da parte della Famiglia.

  • Descrizione

    Composto di oltre 2500 unità archivistiche semplici e complesse per un arco cronologico che va dal 1916 al 1991, l'Archivio di Carlo Donat-Cattin documenta la sua lunga vita pubblica negli anni cruciali della prima Repubblica: dalle battaglie nel sindacato piemontese di ispirazione cristiano-sociale nel secondo dopoguerra, agli incarichi amministrativi e di governo – consigliere comunale e provinciale di Torino, deputato, sottosegretario di Stato alle Partecipazioni statali, ministro del Lavoro, del Mezzogiorno, dell’Industria e della Sanità, senatore; documenta altresì l’attività di partito – leader della sinistra democristiana, fondatore della corrente di Forze nuove, autore dello storico «preambolo» del 1980.
    La tipologia della documentazione è varia, essendo costituita da carte più strettamente private, da carte ufficiose e da carte ufficiali relative alla carriera politica e alle cariche rivestite: corrispondenza, appunti, relazioni, bozze e minute, materiale preparatorio per interventi e discorsi in occasione di convegni, congressi e incontri; giornali, ritagli di giornale e materiali di studio utilizzati quale strumento di lavoro.
    Come spesso accade negli archivi personali, l’archivio trova il suo elemento caratterizzante nella corrispondenza: sono più di un migliaio, infatti, le lettere conservate, per un arco cronologico che va dal 1942 alla morte. Il carteggio - composto delle lettere ricevute ma anche di molte preziose minute - con i principali attori della storia politica e sociale del secondo Novecento, rappresenta in particolare una fonte insostituibile per quanto non è possibile rinvenire nella documentazione ufficiale, offrendo una prospettiva di lettura integrativa e complementare, rivelatrice dei dibattiti non ufficiali e degli orientamenti autentici, essenziale per approfondire la conoscenza dei processi decisionali. Da segnalare in particolare il carteggio con alcuni dei principali esponenti del sindacato e della politica italiana della prima Repubblica: da Giulio Pastore a Moro, Fanfani, Rumor, Forlani, Andreotti, Piccoli, Zaccagnini, Cossiga, De Mita.
    L’Archivio è stato riconosciuto dallo Stato “di notevole interesse storico in quanto costituisce una fonte di cospicua importanza per la storia delle correnti politiche e sindacali di ispirazione cattolica in Piemonte e sul piano nazionale”.
    È attualmente in corso un intervento di schedatura analitica dell'archivio. La struttura archivistica qui sotto riportata, è, dunque, al momento, soltanto indicativa e in corso di perfezionamento (le date fra parentesi indicano gli estremi della documentazione). La segnatura archivistica è provvisoria.

    Struttura archivistica

    Archivio Carlo Donat-Cattin (1916-1991)

    Attività sindacale 
    •        ACLI (1948 - 1990)
    •        CGIL (1947 - 1951)
    •        CISL (1950 - 1986)
    •        USP - CISL (1951 - 1981)
    Attività amministrativa. Consiglio comunale Torino (1957 - 1962)

    Attività di partito – Democrazia cristiana
     
    • Statuto e regolamenti (1977 - 1982)
    • Congressi nazionali (1947 - 1989)
    • Consigli nazionali (1954 - 1990)
    • Direzione centrale (1954 - 1986)
    • Assemblee nazionali (1967 - 1982)
    • Convegni (1953 - 1989)
    • Elezioni politiche (1953 - 1983)
    • Elezioni amministrative (1953 - 1989)
    • Elezioni europee (1979)
    • Referendum (1985)
    • Elezioni. Miscellanea (1980 - 1986)
    • Forze Sociali (1953 - 1958)
    • Rinnovamento Democratico (1959 - 1968)
    • Forze Nuove (1965 - 1990)
    • Movimento Giovanile (1976 - 1980)
    • Sezione di Torino (1947 - 1979)
    • Segreteria provinciale. Congressi provinciali (1946 - 1985)
    • Miscellanea (1948 - 1990)
    Attività di governo. Ministeri (1960 - 1994)
    •  Ministero Partecipazioni statali. Sottosegretariato (1963 - 1968)
    •  Ministro Lavoro e previdenza sociale (1969 - 1971)
    •  Ministro Interventi straordinari per il Mezzogiorno (1973)
    •  Ministro Industria, commercio e artigianato (1975 - 1981)
    •  Ministro Sanità (1978 - 1989)
    • Ministro Lavoro e previdenza sociale (1989 - 1991)
     Attività di governo. Senato (1979 - 1987)
    • Commissioni parlamentari - Rai-TV (1981 - 1985)
    • Commissioni parlamentari - Finanza e tesoro (1981 - 1982)
    • Commissioni parlamentari - Bilancio (1984 - 1986)
    • Commissioni parlamentari - Industria, commercio, turismo (1984)
    • Commissioni parlamentari - Controllo Interventi Mezzogiorno (1984 - 1985)
    • Commissioni Parlamentari - Indagine sulla povertà (1985)
    • Commissioni Parlamentari - Miscellanea (1985)
    • Interventi di Donat-Cattin (1979 - 1985)
    • Conferenza regionale energia (1979)
    • Conferenza nazionale sicurezza nucleare (1980)
    • Miscellanea (1981 - 1987)
    Attività di governo. Camera dei Deputati (1960 - 1986)

    Attività di governo. Programmi di governo (1957 - 1985)

    Attività giornalistica (1966-1979)

    Corrispondenza (1942 - 1991)

    Carte personali e familiari (1916 - 1991)

    Quaderni di appunti (1956 - 1986)

    Fotografie (1962 - 1990)

     
     

  • Modalità di accesso

    La consultazione è soggetta alla normativa vigente in ambito di Beni Culturali e trattamento dei dati personali. Sono altresì rispettati eventuali vincoli specifici dettati dai depositari e le condizioni di conservazione dei documenti.


Per informazioni e consultazione scrivere a:

archivio.biblioteca@polodel900.it